Partito di Alternativa Comunista

Una vecchia proposta di Trotsky

Una vecchia proposta di Trotsky

 

Per la Lit-Ci, questo appello all'Incontro Latinoamericano e Caraibico dei Lavoratori ha un significato speciale. Con esso, di fatto, comincia a svilupparsi una vecchia proposta che lo stesso León Trotsky fece, nel 1938, dal suo esilio in Messico.

Nell'ottobre di quell'anno realizzò diverse interviste con il dirigente argentino Mateo Fosa[1] che era andato in Messico per partecipare ad un congresso di rappresentanti sindacali di vari paesi del continente, in rappresentanza di 24 sindacati del suo paese.

 Il congresso fondò una Confederazione di Lavoratori Latinoamericani. Ma Mateo Fosa, nonostante la sua rappresentatività, non poté partecipare, accusato di essere "trotskista", in quanto quel congresso ebbe un funzionamento totalmente burocratico imposto dallo stalinismo.

 L'11 ottobre del 1938 fu pubblicato, sotto forma di dichiarazione, un articolo di Trotsky su questi fatti[2]. In esso Trotsky criticò duramente il carattere del congresso: "Questo congresso, preparato alle spalle delle masse, fu utilizzato unilateralmente con propositi che nulla hanno a che vedere con gli interessi del proletariato latinoamericano ma, al contrario, sono fondamentalmente ostili a quegli interessi. La ‘confederazione' costituita in questo congresso non rappresenta l'unificazione del proletariato organizzato del nostro continente, ma una frazione politica strettamente legata all'oligarchia di Mosca". Poi analizzò il carattere burocratico ed il legame della maggior parte dei partecipanti ai loro differenti governi borghesi e come, con la scusa di "mantenere l'unità contro il fascismo", non si chiamava a lottare contro gli "imperialismi democratici" come gli Usa.Perciò la dichiarazione espresse la seguente conclusione: "Siamo appassionati e devoti sostenitori dell'unificazione del proletariato latinoamericano e del fatto che questo stringa i maggiori legami possibili con il proletariato degli Stati Uniti del Nordamerica. Ma, siccome scaturisce da ciò che stiamo dicendo, questo compito deve ancora essere realizzare".

Infine, chiamò a dare impulso all'"unità del proletariato latinoamericano" sulla base di una serie di punti. Il primo punto era: "La totale indipendenza del movimento sindacale dal proprio governo borghese e da tutto l'imperialismo straniero"; e l'ultimo punto proponeva: "La preparazione onesta di un congresso sindacale latinoamericano con la partecipazione attiva delle masse lavoratrici, cioè con una discussione seria e senza restrizioni, sui compiti del proletariato latinoamericano e sui suoi metodi di lotta".La situazione attuale presenta molte differenze con l'epoca nella quale Trotsky fece questo appello: non siamo nel periodo precedente una nuova guerra mondiale e l'apparato stalinista mondiale è caduto, benché sopravvivano molti fenomeni nazionali e regionali. Ma la sua essenza è ancora pienamente attuale: la necessità dell'unità latinoamericana delle organizzazioni sindacali e di massa, totalmente indipendenti dai governi borghesi e slegate dalle burocrazie sindacali traditrici, per coordinare e organizzare la lotta a livello continentale

 

(*) Traduzione di Pia Gigli, Fabiana Stefanoni e Valerio Torre.



[1] Queste interviste rimasero registrate in diversi materiali che poi furono pubblicati negli "Scritti Latinoamericani" di Trotsky.

[2] "I compiti del movimento sindacale in America Latina".

 

Iscrizione Newsletter

Iscrizione Newsletter

Compila il modulo per iscriverti alla nostra newsletter - I campi contrassegnati da sono obbligatori.


Il campo per collaborare col partito è opzionale

 

Appuntamenti

Cremona

23 settembre assemblea zoom ,

 

 


giovedi 16 settembre assemblea zoom

 


martedi 21 settembre zoom

 


21 luglio zoom lombarda


giovedi 01 luglio


 

Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale

NEWS Progetto Comunista n 106

NEWS Trotskismo Oggi n 18

Ultimi Video

tv del pdac