Partito di Alternativa Comunista
Logo
Menu principale
Home Page
Doppia oppressione
Politica italiana
Politica internazionale
Sindacato
Notizie locali
Progetto Comunista
Trotskismo oggi
teoria e formazione
Appuntamenti
Per ricevere le circolari
Per contattarci
Link
Fotografie
Lotte Immigrati
Chi siamo
Archivio Leon Trotsky
 
 
archivio trotsky

Simbolo del Partito di Alternativa Comunista

simbolo_pdac 

  simbolopermodulo

 

Documenti da scaricare


sindacato e lavoro
 
 
 
 
 
 
 
 

Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale
logo lit-ci

Incendio di Notre Dame: La decadenza del capitalismo non lascia nulla in piedi PDF Stampa E-mail
venerdì 19 aprile 2019

Incendio di Notre Dame:

La decadenza del capitalismo non lascia nulla in piedi

 


 

 


di Pablo Bordon

 

 

 

 

 

 

notre_dame

 

 

 

L'incendio dell'iconica cattedrale francese è una dimostrazione dell'incapacità del capitalismo decadente di preservare un patrimonio storico dell'umanità.

L'incendio di Notre Dame, come di recente quello del Museo Nazionale di Rio de Janeiro, o di tanti altri patrimoni storici distrutti dalla mancanza di manutenzione o dai bombardamenti, sono solo una dimostrazione della decadenza del capitalismo e dei suoi governi.

Non si tratta di un avvenimento che i rivoluzionari devono festeggiare- come credono alcuni settari incurabili, peggio ancora se lo fanno a nome del trotskismo – semplicemente perché si tratta di un simbolo religioso. I bolscevichi, quando presero il potere, non demolirono templi o il Palazzo di Inverno – simboli dell'antico regime zarista-, ma li misero a disposizione dello Stato operaio, perché si trattava di patrimoni storici.

Il patrimonio culturale o artistico non è della borghesia imperialista ma è stato rubato e viene controllato dalla classe dominante. Esiste un patrimonio storico che appartiene all'umanità e che ha un valore in sé.

Questo non significa che dobbiamo ignorare l'ipocrisia di Macron e di tutti i governi capitalisti che ora si lamentano per la tragedia di Notre Dame, ma non hanno né ebbero pudore nel bombardare altri patrimoni culturali, perfino più antichi, in Medio Oriente o, andando più indietro nel tempo, nella stessa Europa durante le ultime due guerre mondiali.

Per molti di questi monumenti, religiosi o meno, non sono esistiti governi «civili» o magnati disposti a sostenere la loro ricostruzione, come la donazione di più di 300 milioni di dollari da parte di alcuni plurimiliardari francesi nel caso di Notre Dame. Ma l'ipocrisia dell'imperialismo, sempre ripugnante, non deve essere motivo di commemorazione davanti a perdite culturali di tanta importanza.

Deve essere motivo di denuncia del capitalismo imperialista, che nella sua brutalità distrugge tutto ciò che incontra. La classe operaia e i popoli devono lottare per evitare la distruzione del nostro proprio patrimonio. Per questo dobbiamo abbattere questo sistema, cacciare dal potere la brutalità capitalista e cominciare la costruzione della società socialista che porrà tutti i patrimoni storici e culturali al servizio di tutta l'umanità.


[traduzione dallo spagnolo a cura di Helena Lanza]

 
Articoli correlati
DONA IL TUO 5 PER MILLE ALLA ONLUS NUOVI ORIZZONTI

90063280722

per saperne di piu

clicca qui

Speciale elezioni Cremona

  Casellari giudiziari

candidati alle elezioni di Cremona

 

Curriculum vitae 

candidati alle elezioni di Cremona

CREMONA dal 4 al 7 luglio

  FESTA REGIONALE DI

ALTERNATIVA COMUNISTA

 

BARI 20 Marzo
 
presentazionedella rivista 
  trotskismo oggi
bari_20_marzo
 
 
 
 
campagna tesseramento 2018
LA TV DEL PdAC
tv del pdac
 
Sottoscrizione

 Sostieni Alternativa Comunista

donando (in modo sicuro)

anche pochi euro

per aiutarci a costruire l'organizzazione

che serve per un'alternativa di società

paypall


 

Ultimi articoli
NEWS Progetto Comunista n84
      progetto_comunista_84
NEWS Trotskismo Oggi n14
 
 
troskismo_14
TROTSKY IN LIBRERIA

 PROGRAMMA DI TRANSIZIONE

Grazie a una coedizione Massari Editore

e Progetto comunista 

programma di transizione

Gli atti del V Congresso nazionale Pdac 2018
 


Sito realizzato con Joomla CMS realizzato sotto licenza GNU/GPL. Amministrazione. Sito in versione Alfa.