Torino, Porta Nuova La lotta dei pendolari contro l'aumento delle tariffe
sabato 29 marzo 2014

Torino, Porta Nuova

La lotta dei pendolari

contro l'aumento delle tariffe

 

comunicato del Pdac di Torino

La sezione torinese di Alternativa Comunista esprime la propria solidarietà ai pendolari che hanno creato un presidio alla stazione Porta Nuova la scorsa settimana contro il caro trasporti. Negli ultimi anni la Regione Piemonte ha visto un aumento del prezzo dei biglietti per le linee ferroviarie; ciò ha contemporaneamente comportato un peggioramento dei servizi: ritardi, malfunzionamento, vetture sovraffollate e prive di riscaldamento soprattutto d’inverno.
Inoltre si è declassato la figura del capotreno che risulta ora essere un semplice controllore, che si trova quindi a non essere responsabile per la movimentazione del convoglio aumentando i rischi per quanto riguarda la sicurezza dei passeggeri.

Di fronte a questo scenario c’è stata la protesta dei ferrovieri che sono stati “puniti” con un aumento dell’età pensionabile da 58 a 67 anni. In aggiunta sono state tolte diverse tratte come ad esempio la Pinerolo – Torre Pellice e ciò ha causato l’isolamento di cittadine interessate da questa tratta e nuove tratte saranno vittima dei tagli imposti dalla regione Piemonte.

Per quanto riguarda invece l’Alta Velocità c’è stato un aumento della spesa che attualmente tocca i 96 miliardi e 850 milioni, per una linea che non è ancora completa ed è in perdita.

Dal 1° al 3 aprile ci sarà a Torino l’Expo Ferroviaria 2014 dove verranno presentati i nuovi convogli Ansaldo Brera ETR1000 che sostituiranno i convogli utilizzati per i Frecciarossa con una spesa totale di 1,5 miliardi di euro.

 

Per un trasporto pubblico ed efficiente, sotto controllo dei lavoratori-utenti!

Pieno appoggio alla lotta dei pendolari!