Partito di Alternativa Comunista
Logo
Menu principale
Home Page
Politica italiana
Politica internazionale
Sindacato
Notizie locali
Progetto Comunista
Trotskismo oggi
teoria e formazione
Appuntamenti
Per ricevere le circolari
Per contattarci
Link
Fotografie
Lotte Immigrati
Chi siamo
GIOVANI DI ALTERNATIVA

giovani comunisti rivoluzionari  

Archivio Leon Trotsky
 
 
archivio trotsky

Simbolo del Partito di Alternativa Comunista

simbolo_pdac 

  simbolopermodulo

 

Documenti da scaricare


sindacato e lavoro
 
 
 
  
 
Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale
logo lit-ci

Una giornata storica per la classe operaia del mondo PDF Stampa E-mail
sabato 29 aprile 2017
Una giornata storica per la classe operaia del mondo
Il Brasile paralizzato
dallo sciopero generale
Centinaia di migliaia nelle piazze del Paese
 
 
 
 
 
redazione web
 
brasilesciopero1
 
("Mancha", dirigente della Conlutas e del Pstu, interviene alla manifestazione di ieri sera sulla Paulista)
 
 

 
Dopo la straordinaria mobilitazione del 15 marzo, anche le burocrazie sindacali (Cut, ecc.) hanno dovuto cedere alla pressione della base e indire lo sciopero generale che si è svolto ieri, 28 aprile: il più grande sciopero generale della storia del Brasile, secondo quanto testimoniano anche gli organi di stampa borghesi.
Lo sciopero generale era contro le politiche del governo Temer: controriforma pensionistica e del codice del lavoro, misure messe in campo già dal precedente governo Dilma del PT di Lula.
Di fatto è stato un gigantesco sciopero politico.

E' importante segnalare che per molti mesi, mentre tutta la sinistra riformista e centrista brasiliana (ripresa da tutta la sinistra italiana, con la sola eccezione del Pdac) parlava di "golpe" contro il precedente governo Dilma e di una "onda reazionaria" che attraverserebbe tutta l'America Latina, solo la sezione brasiliana della Lit-Quarta Internazionale, il Pstu, faceva un'analisi opposta, indicando gli elementi di crisi politica e dello stesso regime borghese (travolto dagli scandali della corruzione, che coinvolgono tanto il Pt come i partiti di centrodestra). Solo il Pstu e la Conlutas (il più grande sindacato di base dell'America Latina, in cui ha un ruolo dirigente il Pstu) si battevano per la costruzione dello sciopero generale per avanzare in direzione della caduta del governo e per aprire la strada a un governo operaio basato sui comitati popolari (che si stanno costruendo in tutte le città). Senza questa lotta controcorrente dei rivoluzionari non si sarebbe arrivati alla situazione attuale.
 
Chiaramente le burocrazie e il Pt cercano ora di deviare la forza straordinaria messa in campo dalla classe operaia brasiliana e tentano di rilanciare un nuovo governo Lula del Pt con le elezioni del 2018. A loro si accoda tutta la sinistra centrista e riformista (Psol in testa). Non a caso la Cut (sindacato legato al Pt) ha rifiutato la proposta della Conlutas di fare ieri, dopo i picchetti e le manifestazioni in tutte le città e nei quartieri operai, una grande manifestazione nella Avenida Paulista; preferendo manifestare "contro il golpe" e a sostegno della candidatura di Lula per il 2018.
 
Ma gli scioperi in tutte le categorie (metalmeccanici, lavoratori degli idrocarburi, lavoratori della metro, delle ferrovie, insegnanti, pubblico impiego, ecc.) sono stati totali e la manifestazione sulla Paulista molto grande. Picchetti davanti alle fabbriche. Barricate coi copertoni bruciati per interrompere la circolazione. Le burocrazie, che hanno dovuto proclamare uno sciopero di fatto imposto dal basso, non hanno grandi spazi di manovra e il Pt perde ogni giorno di più credibilità tra i lavoratori.
 
Pubblichiamo qui sotto alcune foto e il link al sito della Lit-Quarta Internazionale e del Pstu dove si possono trovare altre foto e video dei picchetti e delle manifestazioni in tutto il Paese.
Nei prossimi giorni sono previste nuove grandi manifestazioni per il Primo di Maggio e l'obiettivo è ora una grande manifestazione che accerchi il parlamento nella capitale federale, a Brasilia.
 
Il nostro sito continuerà a informare sulla situazione eccezionale del Brasile, che può avere ricadute sugli sviluppi della lotta di classe in tutto il mondo. Così facendo compensiamo il silenzio (o le sciocchezze sulla presunta "situazione golpista") scritte da tutta la stampa e i siti dei partiti riformisti e semi-riformisti nostrani (per tacere di quelli che, accecati da un grottesco settarismo, riescono a scrivere su quanto sta accadendo senza nominare né il nostro partito fratello, il Pstu, né la Conlutas, che stanno svolgendo oggettivamente un ruolo centrale).
 
Per vedere altre foto e video dello sciopero dal sito della Lit-Quarta Internazionale
http://litci.org/es/mundo/latinoamerica/brasil/huelga-general-paraliza-el-brasil-acompane-aqui/
o dal sito del Pstu
 
 brasilesciopero2
 
 
Articoli correlati
DONA IL TUO 5 PER MILLE ALLA ONLUS NUOVI ORIZZONTI

90063280722

per saperne di piu

clicca qui

CREMONA 6-7-8-9 LUGLIO

 

FESTA DEL PdAC

 

volantinofesta2017_fronte

 

 

 
 
LA TV DEL PdAC
tv del pdac
 
Sottoscrizione

 Sostieni Alternativa Comunista

donando (in modo sicuro)

anche pochi euro

per aiutarci a costruire l'organizzazione

che serve per un'alternativa di società

paypall


 

Ultimi articoli
NEWS Progetto Comunista n 66
  progetto_66
campagna tesseramento 2017

CAMPAGNA TESSERAMENTO

2017

 
4 congresso del PdAC
 
NEWS Trotskismo Oggi n9
 
  9_trotskismo


RIMINI 9-10 SETTEMBRE
locandinarimini2017_hi
TROTSKY IN LIBRERIA

 PROGRAMMA DI TRANSIZIONE

Grazie a una coedizione Massari Editore

e Progetto comunista 

programma di transizione



Sito realizzato con Joomla CMS realizzato sotto licenza GNU/GPL. Amministrazione. Sito in versione Alfa.