Partito di Alternativa Comunista
Logo
Menu principale
Home Page
Politica italiana
Politica internazionale
Sindacato
Notizie locali
Progetto Comunista
Trotskismo oggi
teoria e formazione
Appuntamenti
Per ricevere le circolari
Per contattarci
Link
Fotografie
Lotte Immigrati
Chi siamo
GIOVANI DI ALTERNATIVA

giovani comunisti rivoluzionari  

Archivio Leon Trotsky
 
 
archivio trotsky

Simbolo del Partito di Alternativa Comunista

simbolo_pdac 

  simbolopermodulo

 

Documenti da scaricare


sindacato e lavoro
 
 
 
  
 
Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale
logo lit-ci

Solidarietà agli studenti di Bologna! PDF Stampa E-mail
sabato 11 febbraio 2017
Solidarietà agli studenti  di Bologna!
Fuori la polizia dalle università!
 
 
 Pdac Redazione web

 

bologna_universit

 

 

Il Partito di Alternativa Comunista esprime la propria solidarietà agli studenti e alle studentesse di Bologna che, in questi giorni, stanno resistendo a una pesantissima repressione poliziesca.
L'occupazione di una biblioteca presso la facoltà di lettere, promossa dai collettivi studenteschi per protestare contro l'introduzione di tornelli funzionali a limitare il libero accesso, ha avuto in risposta l'invio della celere in assetto antisommossa. La polizia, su richiesta del rettore, ha letteralmente invaso i locali dell'università occupati, manganellando gli studenti e devastando la biblioteca. Vale la pena ricordare che i locali che sono stati scenario di queste violente scene di repressione, degne di
uno Stato di polizia, in passato, all'indomani delle grandi mobilitazioni della "Pantera", sono state occupate per molti anni (il "36 occupato"): oggi all'Università di Bologna nemmeno un giorno di occupazione è tollerato. Ma gli studenti hanno saputo reagire: migliaia di studenti stanno scendendo in piazza per respingere la militarizzazione dell'Università e le mobilitazioni non si fermano nemmeno di fronte alle cariche e agli arresti. Respingiamo con sdegno le dichiarazioni della ministra dell'istruzione Valeria Fedeli, ex dirigente Cgil, che ha legittimato la repressione bollando gli studenti come "violenti". Secondo la ministra dell'istruzione quindi "violenti" sarebbero gli studenti che hanno occupato pacificamente una biblioteca anziché i poliziotti armati in assetto antisommossa che hanno manganellato giovani ragazzi e ragazze disarmati!
Il Pdac è al fianco degli studenti in lotta, per rivendicare un'istruzione pubblica, gratuita, laica e partecipata.

No alla repressione: l'università è degli studenti e dei lavoratori, non della polizia!

 
Articoli correlati
DONA IL TUO 5 PER MILLE ALLA ONLUS NUOVI ORIZZONTI

90063280722

per saperne di piu

clicca qui

CREMONA 28 OTT-BRESCIA 7NOV

 

DIBATTITO SULLA

RIVOLUZIONE D'OTTOBRE

 

loc.28_x_sito_web

 

 

 
 
LA TV DEL PdAC
tv del pdac
 
Sottoscrizione

 Sostieni Alternativa Comunista

donando (in modo sicuro)

anche pochi euro

per aiutarci a costruire l'organizzazione

che serve per un'alternativa di società

paypall


 

Ultimi articoli
NEWS Progetto Comunista n 68
progetto_com_67  
campagna tesseramento 2017

CAMPAGNA TESSERAMENTO

2017

 
4 congresso del PdAC
 
NEWS Trotskismo Oggi n11
 
  troskismo_oggi_11


RIMINI 9-10 SETTEMBRE
locandinarimini2017_hi
TROTSKY IN LIBRERIA

 PROGRAMMA DI TRANSIZIONE

Grazie a una coedizione Massari Editore

e Progetto comunista 

programma di transizione



Sito realizzato con Joomla CMS realizzato sotto licenza GNU/GPL. Amministrazione. Sito in versione Alfa.