Partito di Alternativa Comunista
Logo
Menu principale
Home Page
Politica italiana
Politica internazionale
Sindacato
Notizie locali
Progetto Comunista
Trotskismo oggi
teoria e formazione
Appuntamenti
Per ricevere le circolari
Per contattarci
Link
Fotografie
Lotte Immigrati
Chi siamo
GIOVANI DI ALTERNATIVA

giovani comunisti rivoluzionari  

Archivio Leon Trotsky
 
 
archivio trotsky

Simbolo del Partito di Alternativa Comunista

simbolo_pdac 

  simbolopermodulo

 

Documenti da scaricare


sindacato e lavoro
 
 
 
  
 
Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale
logo lit-ci

Il Pdac sostiene le lotte delle lavoratrici e dei lavoratori delle telecomunicazioni PDF Stampa E-mail
mercoledì 01 febbraio 2017

Il Pdac sostiene le lotte

delle lavoratrici e dei lavoratori

delle telecomunicazioni

Solo la lotta paga!

Alternativa Comunista appoggia e sostiene attivamente la mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori del settore delle telecomunicazioni che, dopo anni di lotte per il rinnovo del Contratto Nazionale, hanno intensificato le proteste per respingere le inaccettabili proposte di ASSTEL che hanno l'evidente obiettivo di tagliare i costi ed aumentare i profitti umiliando lavoratrici e lavoratori con la riduzione di salari e diritti.

 

Nonostante i ricavi in crescita (+ 1 % nel 2015,  fonte ASSTEL), che dimostrano  la ripresa del settore TLC, in tutte le aziende sia del comparto dei call center che di quello rete è in atto un attacco senza precedenti che va dallo smantellamento di una serie di diritti acquisiti al ricatto occupazionale che riguarda migliaia di posti di lavoro.

 

In questo panorama le lavoratrici ed i lavoratori del settore TLC stanno dimostrando una voglia di lottare che non si vedeva da anni e soprattutto un'unità fondamentale per bloccare la ferocia dell'attacco padronale.

Alternativa Comunista si fa promotore della necessità di allargare la lotta a tutte le categorie affinché crescano le mobilitazioni e coinvolgano tutti i settori che si stanno ribellando agli accordi tra i padroni e le burocrazie dei sindacati concertativi maggioritari.

 

Lavoratrici e lavoratori di un settore così strategico come quello delle TLC, con le loro mobilitazioni, possono dare un segnale forte, possono dimostrare a questi burocrati, interessati più alla loro carriera che ai reali interessi della classe, che non si gioca sulla loro pelle.

Pertanto, oltre a portare la solidarietà in tutte le iniziative che si sono susseguite, facciamo appello a tutti i lavoratori/lavoratrici del settore delle telecomunicazioni affinché proseguano con le mobilitazioni per fermare uno dei più pesanti attacchi ai diritti ed alla qualità della vita dei lavoratori, vittime già da anni del peggioramento delle proprie condizioni di lavoro.

Per quanto riguarda il settore del call center siamo dalla parte dei lavoratori che hanno perso il lavoro in virtù della delocalizzazione di intere aziende in Paesi dove il costo del lavoro è ancora più basso e i livelli di sfruttamento sono ancora più alti (il caso Almaviva è emblematico).

Per questo Alternativa Comunista si batte per l’unione di tutti i lavoratori in lotta contro gli attacchi padronali e per una prospettiva anticapitalista e rivoluzionaria.

 
Articoli correlati
DONA IL TUO 5 PER MILLE ALLA ONLUS NUOVI ORIZZONTI

90063280722

per saperne di piu

clicca qui

SALERNO6 APRILE

A CENT'ANNI

DALLA RIVOLUZIONE RUSSA

5marzo_milano

LA TV DEL PdAC
tv del pdac
 
Sottoscrizione

 Sostieni Alternativa Comunista

donando (in modo sicuro)

anche pochi euro

per aiutarci a costruire l'organizzazione

che serve per un'alternativa di società

paypall


 

Ultimi articoli
NEWS Progetto Comunista n 64
  p_comunista_64
campagna tesseramento 2017

CAMPAGNA TESSERAMENTO

2017

 
4 congresso del PdAC
 
NEWS Trotskismo Oggi n9
 
  9_trotskismo


BARI 12 MARZO
   
 4_marzo_vicenza
 
SICILIA 18 E 19 MARZO
 
 
  assemblea_lecce
   
TROTSKY IN LIBRERIA

 PROGRAMMA DI TRANSIZIONE

Grazie a una coedizione Massari Editore

e Progetto comunista 

programma di transizione



Sito realizzato con Joomla CMS realizzato sotto licenza GNU/GPL. Amministrazione. Sito in versione Alfa.