Partito di Alternativa Comunista
Logo
Menu principale
Home Page
Politica italiana
Politica internazionale
Sindacato
Notizie locali
Progetto Comunista
Trotskismo oggi
teoria e formazione
Appuntamenti
Per ricevere le circolari
Per contattarci
Link
Fotografie
Lotte Immigrati
Chi siamo
GIOVANI DI ALTERNATIVA
Archivio Leon Trotsky
 
 
archivio trotsky

Simbolo del Partito di Alternativa Comunista

simbolo_pdac 

  simbolopermodulo

 

Documenti da scaricare


sindacato e lavoro
 
 
 
 
  
 
Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale
logo lit-ci

Bergamo: la lotta operaia infastidisce padroni e parassiti PDF Stampa E-mail
giovedě 25 febbraio 2016

Bergamo: la lotta operaia infastidisce

padroni e parassiti

 


di Pdac Bergamo

Nelle ultime settimane si è intensificato il movimento di lotta dei facchini e dei lavoratori immigrati, organizzati nel Si Cobas e supportati nella loro azione rivendicativa dai militanti di Alternativa comunista.

La lotta ancora una volta paga: dalla Gls all’ultimo sciopero della Bonduelle dei giorni scorsi, i lavoratori stanno prendendo coscienza del fatto che devono lottare duramente per riprendersi ciò che padroni ed aziende hanno portato loro via negli anni, e che continuano a rubare.

Evidentemente questa nuova “ribellione” dei facchini immigrati scontenta i leghisti, che pensavano di farla da padroni nella bergamasca, in quanto caporali locali dei veri padroni (cioè le multinazionali come appunto Gls e Bonduelle), tanto che il senatore Stucchi, nei giorni dello sciopero alla Gls di Treviglio, è arrivato a fare un’interpellanza scritta ai ministri della Giustizia e dell’Interno, adducendo a pretesto la crisi economica per impedire gli scioperi dei lavoratori, che rovinerebbero “aziende e piccoli imprenditori” (leggi “multinazionali”). Ovviamente al leghista Stucchi non interessano minimamente le legittime richieste dei lavoratori, che grazie agli scioperi e ai blocchi stanno cominciando a riguadagnare la loro dignità di uomini.

La presa di posizione di Stucchi può però diventare un problema in un momento in cui settori neo-fascisti, sdoganati nell’ultimo periodo dalla Lega Nord, come Casa Pound, cercano di ritagliarsi uno spazio a Bergamo: tali organizzazioni potrebbero essere usate dai padroni e dai loro caporali leghisti come un’arma contro i lavoratori, in una situazione in cui la maggioranza degli operai in lotta sono immigrati ed in un territorio come quello di Bergamo che da anni è sottoposto alla propaganda xenofoba leghista.

E' quindi importante legare il movimento di lotta dei lavoratori alle associazioni che a Bergamo lottano contro il diffondersi della minaccia fascista e leghista. Anche per questo Alternativa  Comunisa parteciperà, e fa appello a tutti i lavoratori a partecipare, alla manifestazione antifascista del 27 febbraio a Bergamo.

 

LAVORATORI E SOLIDALI UNITI CONTRO LA XENOFOBIA  IL FASCISMO E IL PADRONATO

 

 
Articoli correlati
DONA IL TUO 5 PER MILLE ALLA ONLUS NUOVI ORIZZONTI

90063280722

per saperne di piu

clicca qui

CREMONA 16-19 GIUGNO
volantinofesta2016_a6_fronte
 

LA TV DEL PdAC
tv del pdac
 
Sottoscrizione

 Sostieni Alternativa Comunista

donando (in modo sicuro)

anche pochi euro

per aiutarci a costruire l'organizzazione

che serve per un'alternativa di società

paypall


 

Ultimi articoli
NEWS Progetto Comunista n 54
  progetto 54
4 congresso del PdAC
 
NEWS Trotskismo Oggi n8
 
  troskismo 8


TROTSKY IN LIBRERIA

 PROGRAMMA DI TRANSIZIONE

Grazie a una coedizione Massari Editore

e Progetto comunista 

programma di transizione

Tesseramento

CAMPAGNA TESSERAMENTO

2016



Sito realizzato con Joomla CMS realizzato sotto licenza GNU/GPL. Amministrazione. Sito in versione Alfa.