Partito di Alternativa Comunista
Logo
Menu principale
Home Page
Politica italiana
Politica internazionale
Sindacato
Notizie locali
Progetto Comunista
Trotskismo oggi
teoria e formazione
Appuntamenti
Per ricevere le circolari
Per contattarci
Link
Fotografie
Lotte Immigrati
Chi siamo
GIOVANI DI ALTERNATIVA
Archivio Leon Trotsky
 
 
archivio trotsky

Simbolo del Partito di Alternativa Comunista

simbolo_pdac 

  simbolopermodulo

 

Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale
logo lit-ci

Bergamo: la lotta operaia infastidisce padroni e parassiti PDF Stampa E-mail
giovedì 25 febbraio 2016

Bergamo: la lotta operaia infastidisce

padroni e parassiti

 


di Pdac Bergamo

Nelle ultime settimane si è intensificato il movimento di lotta dei facchini e dei lavoratori immigrati, organizzati nel Si Cobas e supportati nella loro azione rivendicativa dai militanti di Alternativa comunista.

La lotta ancora una volta paga: dalla Gls all’ultimo sciopero della Bonduelle dei giorni scorsi, i lavoratori stanno prendendo coscienza del fatto che devono lottare duramente per riprendersi ciò che padroni ed aziende hanno portato loro via negli anni, e che continuano a rubare.

Evidentemente questa nuova “ribellione” dei facchini immigrati scontenta i leghisti, che pensavano di farla da padroni nella bergamasca, in quanto caporali locali dei veri padroni (cioè le multinazionali come appunto Gls e Bonduelle), tanto che il senatore Stucchi, nei giorni dello sciopero alla Gls di Treviglio, è arrivato a fare un’interpellanza scritta ai ministri della Giustizia e dell’Interno, adducendo a pretesto la crisi economica per impedire gli scioperi dei lavoratori, che rovinerebbero “aziende e piccoli imprenditori” (leggi “multinazionali”). Ovviamente al leghista Stucchi non interessano minimamente le legittime richieste dei lavoratori, che grazie agli scioperi e ai blocchi stanno cominciando a riguadagnare la loro dignità di uomini.

La presa di posizione di Stucchi può però diventare un problema in un momento in cui settori neo-fascisti, sdoganati nell’ultimo periodo dalla Lega Nord, come Casa Pound, cercano di ritagliarsi uno spazio a Bergamo: tali organizzazioni potrebbero essere usate dai padroni e dai loro caporali leghisti come un’arma contro i lavoratori, in una situazione in cui la maggioranza degli operai in lotta sono immigrati ed in un territorio come quello di Bergamo che da anni è sottoposto alla propaganda xenofoba leghista.

E' quindi importante legare il movimento di lotta dei lavoratori alle associazioni che a Bergamo lottano contro il diffondersi della minaccia fascista e leghista. Anche per questo Alternativa  Comunisa parteciperà, e fa appello a tutti i lavoratori a partecipare, alla manifestazione antifascista del 27 febbraio a Bergamo.

 

LAVORATORI E SOLIDALI UNITI CONTRO LA XENOFOBIA  IL FASCISMO E IL PADRONATO

 

 
Articoli correlati
DONA IL TUO 5 PER MILLE ALLA ONLUS NUOVI ORIZZONTI

90063280722

per saperne di piu

clicca qui

LA TV DEL PdAC
tv del pdac
 
Sottoscrizione

 Sostieni Alternativa Comunista

donando (in modo sicuro)

anche pochi euro

per aiutarci a costruire l'organizzazione

che serve per un'alternativa di società

paypall


 

Ultimi articoli
NEWS Progetto Comunista n 54
  progetto 54
4 congresso del PdAC
 
NEWS Trotskismo Oggi n8
 
  troskismo 8


Milano 16 aprile
assemblea 16 aprile corretta
TROTSKY IN LIBRERIA

 PROGRAMMA DI TRANSIZIONE

Grazie a una coedizione Massari Editore

e Progetto comunista 

programma di transizione

Tesseramento

CAMPAGNA TESSERAMENTO

2016

SALERNO 8 APRILE
locandina salerno 8 aprile
 



Sito realizzato con Joomla CMS realizzato sotto licenza GNU/GPL. Amministrazione. Sito in versione Alfa.