Partito di Alternativa Comunista
Logo
Menu principale
Home Page
Politica italiana
Politica internazionale
Sindacato
Notizie locali
Progetto Comunista
Trotskismo oggi
teoria e formazione
Appuntamenti
Per ricevere le circolari
Per contattarci
Link
Fotografie
Lotte Immigrati
Chi siamo
GIOVANI DI ALTERNATIVA

giovani comunisti rivoluzionari  

Archivio Leon Trotsky
 
 
archivio trotsky

Simbolo del Partito di Alternativa Comunista

simbolo_pdac 

  simbolopermodulo

 

Documenti da scaricare


sindacato e lavoro
 
 
 
  
 
Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale
logo lit-ci

Politica internazionale


NO AL RIFINANZIAMENTO DELLE MISSIONI IMPERIALISTE PDF Stampa E-mail
venerdì 23 giugno 2006

Via le truppe d'occupazione, ritiro immediato dall'Iraq e dall'Afghanistan

di Antonino Marceca
 
Il primo mese di operato del governo Prodi indica le linee generali su cui verrà articolata la sua politica economica ed estera. Qui fermiamo l'attenzione sulla politica estera, in particolare per quanto attiene la spinosa questione del rifinanziamento delle missioni militari all'estero, e con esse, della guerra dispiegata in Iraq e Afghanistan.
Leggi tutto...
 
MISSIONI MILITARI ALL'ESTERO: IL NOSTRO NO E I LORO SI PDF Stampa E-mail
giovedì 15 giugno 2006
di Francesco Fioravanti
 
 
Entro il 30 giugno il nuovo Parlamento dovrà votare sul rifinanziamento delle missioni militari all'estero. Ad oggi, 8500 sono i soldati impegnati in 28 operazioni al di fuori dei confini nazionali: numeri che danno l'idea di come Iraq e Afghanistan rappresentano solamente i teatri principali di un impegno bellico funzionale a difendere e rilanciare -sotto il mantello ipocrita della pace e della stabilizzazione- i vitali interessi di un capitalismo italiano tutt'altro che disinteressato a far valere il proprio ruolo di settima potenza economica del mondo, come sta a dimostrare anche l'attivismo militare della fine degli anni Novanta (con gli interventi in Albania e in Serbia, in un' area, quella balcanica, dove gli investimenti di aziende italiane erano e continuano a essere rilevanti) attraverso il quale l'imperialismo tricolore cercava di ritagliarsi un suo importante spazio in uno scenario geo-politico alterato dalla caduta dell'Urss e dei suoi stati satelliti.
Leggi tutto...
 
Stati Uniti: le imponenti manifestazioni contro le leggi razziste PDF Stampa E-mail
mercoledì 10 maggio 2006
di Enrica Franco
 
Un Primo Maggio di lotta davvero inusuale quest'anno per gli Stati Uniti d'America: milioni di lavoratori sono scesi nelle strade delle principali città per protestare contro la proposta di legge Hr4437 o legge Sensenbrenner.
Il provvedimento, approvato in dicembre dalla Camera dei rappresentanti, renderebbe la clandestinità un reato grave e punirebbe pesantemente anche chi dà aiuto o lavoro ai clandestini. Inoltre la legge aumenterebbe le multe nei confronti di chi è senza documenti e darebbe il via alla costruzione, in stile israeliano, di oltre mille chilometri di muro sul confine tra Stati Uniti e Messico.
Leggi tutto...
 
La rivoluzione in Nepal di fronte ad un bivio PDF Stampa E-mail
mercoledì 03 maggio 2006
LA RIVOLUZIONE IN NEPAL DI FRONTE AD UN BIVIO:
GOVERNO DI COLLABORAZIONE DI CLASSE O GOVERNO OPERAIO E CONTADINO

di Antonino Marceca

Quello che doveva essere uno sciopero di quattro giorni (dal 6 aprile al 9 aprile), proclamato dall'opposizione contro il potere monarchico assoluto e per il ripristino della democrazia in Nepal -uno Stato dipendente disposto ai confini tra l'India e la Cina- ha trasceso le direzioni dei partiti d'opposizione assumendo i caratteri di uno sciopero a oltranza per la cacciata della monarchia. Uno sciopero sostenuto dai sindacati, da associazioni studentesche, partecipato da milioni di operai, disoccupati, contadini e giovani studenti che si sono riversati nella capitale Kathmandu e nelle principali città del Paese in un clima pre-insurrezionale, affrontando con coraggio e determinazione la brutale repressione che il re Gyanendra aveva ingiunto all'esercito e alla polizia di attuare.

Leggi tutto...
 
Francia: solo la lotta paga, ma l'alternativaè anticapitalista PDF Stampa E-mail
lunedì 24 aprile 2006
E´ necessario continuare la lotta fino alla caduta di Chirac e Villepin, per un governo dei lavoratori
 
di Fabiana Stefanoni
 
Due mesi di straordinarie mobilitazioni, che hanno visto milioni di giovani studenti e lavoratori scendere in piazza contro il Cpe, hanno piegato il governo francese. L´intensificarsi della lotta -non solo nelle università ma anche nei luoghi di lavoro con occupazioni, scioperi spontanei, comitati di lotta- ha costretto De Villepin ad annunciare, la mattina del 10 aprile, il ritiro della legge sul primo impiego.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 Pross. > Fine >>

Risultati 523 - 531 di 543
Articoli correlati
DONA IL TUO 5 PER MILLE ALLA ONLUS NUOVI ORIZZONTI

90063280722

per saperne di piu

clicca qui

CREMONA 6-7-8-9 LUGLIO

 

FESTA DEL PdAC

 

volantinofesta2017_fronte

 

 

 
 
LA TV DEL PdAC
tv del pdac
 
Sottoscrizione

 Sostieni Alternativa Comunista

donando (in modo sicuro)

anche pochi euro

per aiutarci a costruire l'organizzazione

che serve per un'alternativa di società

paypall


 

Ultimi articoli
NEWS Progetto Comunista n 66
  progetto_66
campagna tesseramento 2017

CAMPAGNA TESSERAMENTO

2017

 
4 congresso del PdAC
 
NEWS Trotskismo Oggi n9
 
  9_trotskismo


RIMINI 9-10 SETTEMBRE
locandinarimini2017_hi
TROTSKY IN LIBRERIA

 PROGRAMMA DI TRANSIZIONE

Grazie a una coedizione Massari Editore

e Progetto comunista 

programma di transizione



Sito realizzato con Joomla CMS realizzato sotto licenza GNU/GPL. Amministrazione. Sito in versione Alfa.